Benvenuto su GiochiCripto.it

Seguici su:

  1. >
  2. Articoli
  3. >
  4. Guide
  5. >
  6. Introduzione
  7. >
  8. Cosa sono i...

Cosa sono i giochi Play to Earn?

DISCLAIMER
Le informazioni contenute su GiochiCripto.it hanno esclusivamente e puramente scopo informativo e non costituiscono sollecitazioni ad investimenti di qualsiasi entità ed importo. Inoltre GiochiCripto.it non garantisce l’accuratezza o la completezza delle informazioni fornite e pertanto non si ritiene responsabile per eventuali errori, omissioni o imprecisioni. Continuando la lettura del seguente articolo confermi di aver letto il disclaimer completo QUI.

Benvenuto nella nostra guida su cosa sono i Play To Earn! non scordarti di seguirci sui nostri social! Telegram, Instagram, Facebook e Twitter.
In questa guida su cosa sono i giochi play to earn approfondiremo cosa si intende per questo termine e vedremo tutti gli aspetti cruciali.

Introduzione

Guadagnare giocando rappresenta il sogno di moltissimi bambini e ragazzi, da qualche anno ciò è possibile grazie ad alcuni giochi che permettono agli utenti di ottenere profitti in cryptovalute.

Questo guadagno può avvenire principalmente in due modi:

 

  • Ottenendo token dal gioco, convertibili in stable coin o altre crypto
  • Tramite la compravendita degli NFT ottenuti

 

La blockchain garantisce il possesso vero e proprio degli NFT ottenuti nel gioco, di conseguenza essi possono essere rivenduti ad altri utenti per ottenere profitti reali.

Cos’è il Play to Earn?

Generalmente, nel mondo della produzione videoludica, una software house crea un titolo per distribuirlo ai giocatori gratuitamente o a pagamento. All’interno dello stesso sono presenti degli elementi, i quali possono essere di valenza estetica o effettivamente pratica che consentono di variare l’esperienza di gioco. Tuttavia ogni asset, dai personaggi alle skin, appartiene agli sviluppatori e anche se paghiamo per l’ acquisto di una componente aggiuntiva, essa rimarrà di proprietà esclusiva dell’azienda produttrice e non potrà essere portata fuori dal titolo.

I giochi costruiti su blockchain hanno un approccio rivoluzionario e spostano l’attenzione sull’utente non solo retribuendolo per il tempo impiegato all’ interno dello stesso, ma rendendolo effettivamente possessore di quanto acquistato.

L’utente potrà quindi collezionare NFT del gioco, comprandoli dal marketplace oppure ottenendoli all’ interno del gioco stesso, e portarli con sé nel proprio wallet digitale. Questi non saranno più di proprietà degli sviluppatori del titolo e l’utente potrà disporne come meglio crede!

Digital Scarcity

Per creare un corretto bilanciamento tra domanda e offerta, il sistema di gaming su blockchain prevede l’applicazione di un concetto chiamato digital scarcity: la maggior parte degli oggetti all’interno dei giochi hanno una tiratura massima, il che li rende per la maggior parte oggetti di natura deflazionistica.

Funzionamento del Play to Earn

In un perfetto connubio tra gaming e finanza, i giochi play-to-earn fanno parte della categoria GameFi. Ogni gioco fornisce incentivi a livello finanziario per giocare e progredire. Solitamente, tramite il ripetersi di azioni specifiche, gli utenti possono aver diritto ad una retribuzione, principalmente in due modi:

  1. Guadagnando criptovalute all’interno del gioco. Un esempio potrebbe essere SLP (small love potion) la quale può essere ottenuta tramite delle sfide all’interno del gioco Axie Infinity.
  2. Guadagnando e vendendo NFT all’ interno del marketplace (sezione di gioco adibita esclusivamente a questo scopo).

 

Esiste anche un terzo metodo, non universale fra tutti i giochi, chiamato staking, il giocatore può infatti “bloccare” le proprie cryptovalute ottenute in-game tramite uno smart contract per ricevere delle ricompense in cambio. Solitamente maggiore è la quantità depositata, migliori saranno le ricompense.

Salvaguardia tramite blockchain

Da quando sono stati introdotti i primi giochi (solitamente MMORPG) sono nate anche le prime aste e mercati secondari dove le persone vendevano i propri oggetti ottenuti in-game in cambio di valuta FIAT, i problemi dei giochi “tradizionali” sono però molteplici: duplicazione degli oggetti, gold hack e molti altri exploit.

Tutto questo all’ interno della blockchain non è possibile, infatti non esistono modi per fare copia e incolla di un elemento presente all’ interno della chain essendo il registro stesso immutabile e a prova di manomissione, ogni item infatti è totalmente tracciabile, la chain stessa presenta infatti aspetti che dimostrano proprietà, legittimità e rarità, di conseguenza è impossibile modificare, duplicare o eliminare dei dati presenti all’ interno della stessa.
Questo non solo tutela i giocatori e l’esperienza di gioco ma aiuta anche a creare un reale valore per gli oggetti di gioco, che possono essere legittimamente considerati degli asset.

Come giocare ad un gioco NFT

Ogni gioco presenta dei requisiti diversi per i nuovi giocatori, solitamente basta un wallet crypto, il quale va connesso alla piattaforma per avere modo di conservare le proprie crypto. Potrebbe anche essere necessario un investimento iniziale per partecipare al gioco (la logica è la stessa di acquistare una copia fisica del gioco).

Alcuni giochi presentano una barriera d’ingresso data dall’investimento iniziale, anche se questo può essere recuperato in pochi mesi dall’ inizio dell’attività di game.

Un’opzione che va assolutamente citata è la possibilità di generare delle scolarship: una meccanica che consente di condividere i propri NFT (precedentemente acquistati) con altri giocatori, che solitamente non hanno la possibilità di affrontare l’ investimento iniziale, in questo caso il guadagno viene suddiviso fra manager e scolar secondo una percentuale concordata prima della finalizzazione dell’ accordo.

Incassare i proffiti

Per fare cash out di un token, necessitiamo di un exchange che offra la crypto in questione all’interno di una coppia scambiabile.

Se desideriamo utilizzare questi guadagni nella vita reale abbiamo due possibilità: la prima è quella di convertire la crypto ottenuta in una valuta FIAT e fare un bonifico a nostro favore verso il nostro conto corrente bancario, la seconda invece è possedere una carta visa come quelle offerte da Binance e Crypto.com la cui funzione è quella di fare una conversione automatica del proprio capitale digitale in valuta FIAT.

Implicazioni fiscali

E’ sempre opportuno controllare le implicazioni fiscali di qualsiasi exchange si utilizzi per incassare. Potresti anche risiedere in una giurisdizione legale che è contraria alla legalità delle criptovalute, quindi è necessario fare sempre un’adeguata valutazione.

Considerazioni finali

Il mondo play-to-earn è in continua evoluzione, ci sono opportunità interessanti e profittevoli, tuttavia il team di Giochicripto.it ci tiene a ricordarvi che non è tutto oro quel che luccica e vi invitiamo a tenere a mente quanto segue:

  • Non investite mai più di quanto potete permettervi di perdere
  • Fate sempre le vostre ricerche e diffidate di chi vi promette grandi guadagni senza sforzo
  • Non fornite mai le vostre informazioni personali, ancor meno conti, wallet e PIN.

Se sei arrivato qui perchè stai seguendo gli Step per approfondire il mondo “Play to Earn” clicca QUI per tornare alla sezione Start!

Grazie per aver letto la nostra guida su cosa sono i giochi play to earn, non scordarti di seguirci sui nostri social! Telegram, Instagram, Facebook e Twitter.